Si può prolungare un finanziamento?

Una delle domande più comuni che ci si trova a chiedersi nei momenti di difficoltà economica è capire se è possibile o meno prolungare un finanziamento già concordato precedentemente. Cioè, in sostanza, se è possibile allungare i tempi di rimborso in modo tale da permettere una riduzione delle rate mensili.

In questo senso, non c’è una regola precisa ed ogni finanziaria ha dei suoi strumenti con cui attuare un prolungamento, se consentito. La legge non impone alcune misure obbligatorie al riguardo a meno che non si tratti di altre misure specifiche come quelle della cessione del quinto, di cui abbiamo già trattato a parte. Vi è perciò un libero mercato che lascia il pallino in mano alle finanziarie e alle banche che possono adottare scelte anche diametralmente opposte. Ecco perché, nel caso in cui vi trovate a porvi questa domanda, la cosa migliore da fare è chiedere le opzioni su questa possibilità direttamente presso la finanziaria che si è occupata del vostro finanziamento. Generalmente, se la finanziaria concede una diluizione, lo fa comunque a suo vantaggio e quindi pone delle condizioni peggiori sui tassi di interesse, ricalcolandoli a livello più elevato per le rate restanti e a volte applicandoli anche considerando le rate già versate. È buona norma, per evitare qualunque fraintendimento, chiedere cosa succede in caso di prolungamento del finanziamento già alla fase di stipula del finanziamento originario. In questo modo, saprete fin da subito ciò che accadrebbe e questo potrebbe anche essere determinante nello scegliere un prestito piuttosto che un altro.

Il tutto vi può essere concesso, ovviamente, previa approvazione delle motivazioni che vi spingono ad un allungamento e dopo ulteriore controllo presso il Crif sullo stato di buono o cattivo pagatore.

Non essendoci alcun tipo di vincolo, però, la scelta sul concedere o meno la dilazione è esclusivamente appannaggio del finanziatore, il quale una volta verificato i motivi e fatte le proprie valutazioni può anche decidere di non concedere alcun prolungamento. Questo è uno dei motivi per cui, è il caso di dirlo, la sincerità paga: fornire alla finanziaria le vere ragioni della vostra richiesta (ad esempio non riuscire a far fronte al pagamento della rata mensile) può di riflesso invogliarla ad accettare la vostra richiesta se verifica che effettivamente con una diluizione avreste modo di pagare l’intero credito senza diventare insolventi. Quando è possibile, chiunque preferisce evitare di andare incontro ad annosi scontri legali.

Una delle finanziarie che garantisce una certa flessibilità nel pagamento dei prestiti è Compass, tramite la tipologia di prestito Nuovo Compass Total Flex, limitatamente ad un massimo di 30.000 euro. In particolare, da ampia scelta tra queste possibilità: scegliere in avvio tra diverse soluzioni di rate e durata, scegliere in un secondo momento se allungare il piano di rimborso, diminuire gli importi rateali o saltare una rata all’anno. Può anche essere richiesta in aggiunta un’assicurazione legata ad eventi sfavorevoli. L’entità del prestito richiesto, appurate le dovute garanzie, viene erogata senza perdite di tempo anche nell’arco di ventiquattro ore. Al link proposto troverete tutte le informazioni complete.

immagini: morguefile.com

Altri articoli utili:

1 Comment on "Si può prolungare un finanziamento?"

  1. Non riesco piu pagRe le rate che devo fare

Leave a comment

Your email address will not be published.


*